:: DisActiviamo il Servizio Pubblico!

giugno 11, 2007

Ok, la Rai non è mai stata il massimo della qualità e della trasparenza e l’unico canale decente (Rai3) è decisamente scarso a segnale.

Ma che un servizio pubblico decida di precludere l’accesso agli utenti che non utilizzano la fatale accoppiata Win+Explorer, beh… Questo si che fa incavolare!

Rai

E così dalla (meravigliosa) comunità di Slacky.eu è nata l’idea di questa petizione, da mandare all’indirizzo istruzioni@rai.it il seguente testo:

Salve,

ho visitato il nuovo sito http://www.rai.tv. Utilizzo come sistema operativo GNU/Linux e mi è stato impossibile fruire dei contenuti video poichè essi utilizzano la tecnologia ActiveX.

http://www.rai.tv è un servizio pubblico, dovrebbe essere accessibile da chiunque utilizzando qualsiasi sistema operativo. Così come è possibile vedere i programmi televisivi della Rai con qualsiasi televisore, indipendentemente dalla marca o dalle specifiche caratteristiche tecniche.

La scelta di utilizzare ActiveX danneggia il servizio http://www.rai.tv stesso perchè preclude l’accesso non solo agli utenti GNU/Linux, che sono in aumento, ma anche agli utenti Windows che utilizzano il browser Firefox. Il plugin proposto (http://www.iol.ie/~locka/mozilla/plugin.htm#download) infatti non è disponibile per le ultime versioni di Firefox, costringendo perciò gli utenti ad utilizzare versioni vecchie, ritenute ormai insicure del browser.

La scelta di utilizzare ActiveX è in contrasto con le direttive di accessibilità promosse dal W3C (http://www.w3.org/TR/WAI-WEBCONTENT/).

In sostanza la scelta di utilizzare ActiveX limita l’accessibilità ad un servizio pubblico, un servizio che tutti contribuiscono a pagare – anche chi utilizza il sistema operativo GNU/Linux – e di cui tutti devono poter usufruire – anche chi utilizza il sistema operativo GNU/Linux -.

Io NOME e COGNOME chiedo perciò che tutti i contenuti multimediali presenti su http://www.rai.tv siano resi disponibili attraverso tecnologie e formati accessibili anche con il sistema operativo GNU/Linux e il browser Firefox.

Rivendico il diritto ad usufruire di un servizio pubblico attraverso le tecnologie che ritengo più sicure.

NOME e COGNOME
INDIRIZZO CITTA’

Susu, disActiviamo questa bomba… “Liberiamo” la Rai ;)

PS: Voglio sottolineare che questo è un semplicissimo post di “diffusione”, non un’iniziativa diversa da quella promossa da g10co

Susu, cosa aspettate? Dateci sotto anche voi con mail e blog! :D

Ci sono novità!

Pare la situazione stia, man mano, prendendo una svolta, naturalmente positiva per noi :D
Alcuni filmati si vedono, altri no, intanto vi consiglio di puntare nuovamente i vostri browser sul sito http://www.rai.tv , segnalando eventuali malfunzionamenti.
Forza, che c’è anche Blob, tra i filmati in streaming! :P

PPS: http://g10co.wordpress.com/2007/06/14/deactivex-qualcosa-sta-cambiando/
Parte il conto alla rovescia… E anche i preparativi per le birre :D

About these ads

12 Risposte to “:: DisActiviamo il Servizio Pubblico!”

  1. g10co Says:

    Le email vanno indirizzate anche a rai-net@rai.it. Le email inviate fino ad ora a istruzioni@rai.it sono tornate indietro.

    Ciao ;)


  2. [...] due iniziative parallele, con il testo completo della lettera da inviare, sono disponibili qui e qui. Mentre scriviamo dalla RAI non è ancora giunta alcuna risposta [...]


  3. [...] in una inondazione spaventosa delle eMail con esplicite richieste, in merito, due siti (1 – 2) che contengono più dettagli al [...]

  4. ra1n Says:

    Direi una cosa, da utilizzatore di entrambi i sistemi oltre che puntare su linux segnaliamo il fatto che questa soluzione non funziona neppure su sistemi Macintosh con qualunque browser, visto che di fatto il sistema funziona solo su Windows+Internet Explorer

    Salve,

    ho visitato il nuovo sito http://www.rai.tv. Utilizzo come sistema operativo SISTEMA OPERATIVO e mi è stato impossibile fruire dei contenuti video poichè essi utilizzano la tecnologia ActiveX.

    http://www.rai.tv è un servizio pubblico, dovrebbe essere accessibile da chiunque utilizzando qualsiasi sistema operativo. Così come è possibile vedere i programmi televisivi della Rai con qualsiasi televisore, indipendentemente dalla marca o dalle specifiche caratteristiche tecniche.

    La scelta di utilizzare ActiveX danneggia il servizio http://www.rai.tv stesso perchè preclude l’accesso non solo agli utenti Macintosh e GNU/Linux, che sono in aumento, ma anche agli utenti Windows che utilizzano il browser Firefox. Il plugin proposto (http://www.iol.ie/~locka/mozilla/plugin.htm#download) infatti non è disponibile per le ultime versioni di Firefox, costringendo perciò gli utenti ad utilizzare versioni vecchie, ritenute ormai insicure del browser.

    La scelta di utilizzare ActiveX è in contrasto con le direttive di accessibilità promosse dal W3C (http://www.w3.org/TR/WAI-WEBCONTENT/).

    In sostanza la scelta di utilizzare ActiveX limita l’accessibilità ad un servizio pubblico, un servizio che tutti contribuiscono a pagare – anche chi utilizza Macintosh e GNU/Linux – e di cui tutti devono poter usufruire – anche chi utilizza sistemi Macintosh e GNU/Linux

    Io NOME e COGNOME chiedo perciò che tutti i contenuti multimediali presenti su http://www.rai.tv siano resi disponibili attraverso tecnologie e formati accessibili anche con sistemi Macintosh e GNU/Linux e browser che fanno un corretto uso delle direttive del W3C quali Mozilla Firefox, Opera e Safari.

    Rivendico il diritto ad usufruire di un servizio pubblico attraverso le tecnologie che ritengo più sicure.

    NOME e COGNOME
    INDIRIZZO CITTA’

  5. Mauro Says:

    Pago il canone => ho diritto di accedere al sito!


  6. [...] La rete si sta muovendo con un’iniziativa, quella di inondare la casella di posta della Rai, che ricordo essere un servizio pubblico e quindi USUFRUIBILE DA TUTTI, con mail di protesta. Potete anche visitare questi blog, qui e qui, dove c’è il testo della lettera da inviare ai ”lor signori” [...]


  7. [...] :: DisActiviamo il Servizio Pubblico! Ok, la Rai non è mai stata il massimo della qualità e della trasparenza e l’unico canale decente (Rai3) è […] [...]

  8. speedygeo Says:

    Ho aderito!!

  9. LuigiT Says:

    Anche il nuovo indirizzo ha qualche problema. Questo l’esito dalla webmail di Libero:

    The original message was received at Thu, 14 Jun 2007 08:19:56 +0100 (WETDST)
    from smtp1.libero.it [193.70.192.51]

    —– The following addresses had successful delivery notifications —–
    (relayed to non-DSN-aware mailer)

    —– Transcript of session follows —–
    … relayed; expect no further notifications

  10. RaiNet Says:

    Prendendo spunto dalle segnalazioni e proteste di tutti voi utenti Internet relativamente alla accessibilità dei contenuti audio/video sul portale Rai.Tv , comunichiamo che l’ultima versione di prodotto già disponibile on line all’indirizzo http://www.rai.tv , ha introdotto alcune variazioni tecniche:

    1. L’uso di ActiveX viene limitato (tramite riconoscimento di userAgent) alle pagine web presentate agli utenti su piattaforma Windows/Explorer (per i quali non ci risultano problematiche relative alla fruizione)
    In tutti gli altri casi la gestione tramite ActiveX è stata eliminata, consentendo la fruizione dei video attraverso i player WindowsMedia, RealOne e FlashVideo.
    E’ opportuno segnalare che questa gestione comporterà alcune modeste limitazioni, e cioè:
    – le pagine di fruizione dei video utilizzeranno una barra dei comandi non omogenea rispetto ai differenti player
    – nelle pagine di fruizione relative ai canali definiti come “WebTv” (Tric&Trac, Zoom, Stracult, ecc.), non viene gestita la riproduzione in sequenza automatica della playlist proposta. Quindi al termine della esecuzione di ogni video, si dovrà selezionare la prossima ‘traccia’ e richiederne il play.

    2. Per ridurre la necessità di upgrade del Flash Player, sono stati modificati alcuni programmi ActionScript (flash) in modo da avere una compatibilità del codice con versioni di Flash Player a partire dalla 9.0.28 (precedentemente il sistema richiedeva la 9.0.45) .

    3. Rispetto alla disponibilità di contenuti video nei vari formati di codifica, su Rai.Tv sono attualmente pubblicati contenuti digitalizzati in WindowsMedia o RealOne o FlashVideo. Si stanno al momento valutando tutte le opzioni tecnologiche per estendere il numero di possibili fruitori.

    Concludiamo dicendo che siamo attentissimi alle segnalazioni di tutti gli utenti web, e che gli interventi descritti rappresentano solo il primo passo di un percorso che vorremmo sempre più condiviso con voi utenti stessi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: