Ok, la Rai non è mai stata il massimo della qualità e della trasparenza e l’unico canale decente (Rai3) è decisamente scarso a segnale.

Ma che un servizio pubblico decida di precludere l’accesso agli utenti che non utilizzano la fatale accoppiata Win+Explorer, beh… Questo si che fa incavolare!

Rai

E così dalla (meravigliosa) comunità di Slacky.eu è nata l’idea di questa petizione, da mandare all’indirizzo istruzioni@rai.it il seguente testo:

Salve,

ho visitato il nuovo sito http://www.rai.tv. Utilizzo come sistema operativo GNU/Linux e mi è stato impossibile fruire dei contenuti video poichè essi utilizzano la tecnologia ActiveX.

http://www.rai.tv è un servizio pubblico, dovrebbe essere accessibile da chiunque utilizzando qualsiasi sistema operativo. Così come è possibile vedere i programmi televisivi della Rai con qualsiasi televisore, indipendentemente dalla marca o dalle specifiche caratteristiche tecniche.

La scelta di utilizzare ActiveX danneggia il servizio http://www.rai.tv stesso perchè preclude l’accesso non solo agli utenti GNU/Linux, che sono in aumento, ma anche agli utenti Windows che utilizzano il browser Firefox. Il plugin proposto (http://www.iol.ie/~locka/mozilla/plugin.htm#download) infatti non è disponibile per le ultime versioni di Firefox, costringendo perciò gli utenti ad utilizzare versioni vecchie, ritenute ormai insicure del browser.

La scelta di utilizzare ActiveX è in contrasto con le direttive di accessibilità promosse dal W3C (http://www.w3.org/TR/WAI-WEBCONTENT/).

In sostanza la scelta di utilizzare ActiveX limita l’accessibilità ad un servizio pubblico, un servizio che tutti contribuiscono a pagare – anche chi utilizza il sistema operativo GNU/Linux – e di cui tutti devono poter usufruire – anche chi utilizza il sistema operativo GNU/Linux -.

Io NOME e COGNOME chiedo perciò che tutti i contenuti multimediali presenti su http://www.rai.tv siano resi disponibili attraverso tecnologie e formati accessibili anche con il sistema operativo GNU/Linux e il browser Firefox.

Rivendico il diritto ad usufruire di un servizio pubblico attraverso le tecnologie che ritengo più sicure.

NOME e COGNOME
INDIRIZZO CITTA’

Susu, disActiviamo questa bomba… “Liberiamo” la Rai 😉

PS: Voglio sottolineare che questo è un semplicissimo post di “diffusione”, non un’iniziativa diversa da quella promossa da g10co

Susu, cosa aspettate? Dateci sotto anche voi con mail e blog! 😀

Ci sono novità!

Pare la situazione stia, man mano, prendendo una svolta, naturalmente positiva per noi 😀
Alcuni filmati si vedono, altri no, intanto vi consiglio di puntare nuovamente i vostri browser sul sito http://www.rai.tv , segnalando eventuali malfunzionamenti.
Forza, che c’è anche Blob, tra i filmati in streaming! 😛

PPS: http://g10co.wordpress.com/2007/06/14/deactivex-qualcosa-sta-cambiando/
Parte il conto alla rovescia… E anche i preparativi per le birre 😀

“Andrea, mi formatti il pc? Non si avvia più!”
Che sistema vuoi?”
“Uindovs, naturale!”

 

E così… zac, disco di XP, installazione in corso… installato.
Al solito, il risultato out of the box è terribile: una desolazione senza limiti.

 

Comincio così ad installare il software. Invece di fermarmi ai soliti nomi “celebri” mi piazzo su Google e cerco… Cerco e trovo quello che volevo!

E così, dopo un paio di giorni di lavoro, sono fiero (?) di aver dato luce alla prima Windows box con software aggiuntivo al 100% open/GPL!

 

Lo so, non è Linux, ma intanto mi sono divertito (ho esagerato, ma era davvero una goduria 😀 ) ed ho imparato tantissimo.
Ecco un prospetto delle “sostituzioni”… A versioni proprietarie “pro” ho preferito quelle freeware, così non dite che imbroglio 😛
tabella

Tutti (o quasi) questi programmi sono disponibili anche per Linux. Chissà che, usa oggi, usa domani, l’amico decide di farsi formattare il PC un’ultima volta, prima di campare felice con una bella Slackware ^_*